Home LA SCUOLA Sezioni

infanziaAccoglie fino a 90 bambini dai 3 ai 6 anni

Alla scuola dell'infanzia possono iscriversi i bambini che compiono i tre anni entro il 31 dicembre, salvo diversa disposizione ministeriale.

La domanda d'iscrizione, per il primo anno e la conferma per gli anni successivi, va inoltrata di norma entro il 31 gennaio, salvo diversa indicazione ministeriale e per i genitori comporta: la presa di coscienza della proposta educativa e l'impegno a rispettarla e a collaborare alla sua attuazione; la presentazione di un'autocertificazione (vedi modulo preposto); un versamento di 200 € per le spese assicurative e di gestione per ogni anno di frequenza.

I costi dell'iscrizione e della retta sono fissati annualmente dal Comitato di Gestione.

La retta mensile è così composta: 170 € come quota fissa mensile; 5,70 € per ogni pasto (SALVO ADEGUAMENTO ISTAT).

L'orario di apertura della scuola, previsto per legge, va dalle ore 8,00 alle ore 16,00.

La scuola offre il servizio di anticipo orario con ingresso alle 7,30.

Inoltre è previsto un servizio di prolungamento orario fino alle ore 17,30, per un massimo di 15 utenti tra Nido – Primavera e Infanzia.

In seguito alla C.M. 3/09 del 19 gennaio 2009 il prolungamento orario sarà possibile solo fino alle 17,30 perché la circolare recita che l'orario scolastico è prolungabile, su richiesta dei genitori, per NON PIU' DI DUE ORE al giorno.

Pertanto il prolungamento sarà il seguente:

- anticipo (7,30 – 8,00) comporta un aumento della retta mensile di € 20,00,

- prolungamento dalle ore 16.00 alle ore 17.00 comporta un aumento della retta mensile di € 20,00.

- prolungamento dalle ore 17.00 alle ore 17.30 comporta un ulteriore aumento della retta mensile di € 20,00.

Questo servizio va richiesto per tutto l'anno scolastico e pagato mensilmente.

La retta deve essere versata entro i primi 10 giorni del mese successivo, con assegno bancario/postale presso la segreteria della scuola oppure con bonifico bancario.

L'omesso pagamento della retta per un mese, comporta l'annullamento dell'iscrizione.

Se un bambino, pur essendo iscritto e avendone i requisiti, non frequenta per motivi familiari, la famiglia è tenuta a pagare comunque la retta per intero.

In caso di malattia prolungata (almeno un mese) e certificata dal medico, la retta verrà ridotta del 50%.

Il ritiro del bambino dalla scuola, se avviene dopo il 31 ottobre, comporta il pagamento di 2 volte la quota fissa, a titolo di risarcimento (spese di gestione comunque in essere a fronte di un ricavo ridotto; ingresso mancato per altri bambini).

Affinché l'aspetto economico non risulti discriminante per le famiglie, la scuola offre la possibilità di riduzione della retta scolastica, a chi ne faccia richiesta entro i termini dell'iscrizione, motivata e documentata da Dichiarazione ISEE,

la scuola informerà circa l'importo della riduzione entro inizio anno scolastico. Per la frequenza di fratelli la retta viene ridotta del 20%.

Il mese di giugno è, per obbligo ministeriale, considerato mese di scuola. Chi non intende avvalersi del servizio nel mese di giugno, è tenuto comunque al pagamento della retta.

Nel mese di luglio, per chi lo richiede e fino ad un massimo di 30 partecipanti, la scuola offre il servizio del CRES.

Per motivi organizzativi è necessario che l'iscrizione al CRES avvenga entro il 30/05 con il versamento di € 50,00 quale anticipo (che non verranno restituiti in caso di ritiro).

 

 

primaveraAccoglie i bambini dai 24 ai 36 mesi

La domanda d'iscrizione va inoltrata di norma entro il 31 maggio, salvo diversa indicazione ministeriale, e per i genitori comporta: la presa di coscienza della proposta educativa e l'impegno a rispettarla e a collaborare alla sua attuazione; la presentazione di un'autocertificazione (vedi modulo preposto); un versamento di 200 € per le spese assicurative e di gestione.

I costi dell'iscrizione e della retta sono fissati annualmente dal Comitato di Gestione.

La retta mensile è così composta:

  • € 330 come quota fissa mensile per orario completo (dalle ore 7,30 alle ore 16,30)
  • € 270 come quota fissa mensile per frequenza part- time (dalle ore 7,30 alle ore 13,00)
  • € 5,70 € per ogni pasto consumato

E' possibile una riduzione della retta su presentazione richiesta motivata e Dichiarazione ISEE.

Per la frequenza di fratelli è prevista una riduzione della retta del 20%.

L'orario di apertura della scuola, previsto per legge, va dalle ore 8,00 alle ore 16,30.

La scuola offre il servizio di anticipo orario con ingresso alle 7,30.

E' previsto un servizio di prolungamento orario fino alle ore 17,30, per un massimo di 15 utenti tra i servizi di Nido - Primavera e Infanzia, al costo fisso mensile di € 30.

Questo servizio è attivato dal mese di Settembre su richiesta della famiglia, che rimane valida per tutto l'anno scolastico, Il pagamento del servizio avverrà mensilmente.

La retta deve essere versata entro i primi 10 giorni del mese successivo alla frequenza.

L'omesso pagamento della retta per un mese, comporta l'annullamento dell'iscrizione.

Se un bambino, pur essendo iscritto e avendone i requisiti, non frequenta per motivi familiari, la famiglia è tenuta a pagare comunque la retta per intero. In caso di malattia prolungata (almeno un mese) e certificata dal medico pediatra, la retta verrà ridotta del 50%.

Il ritiro del bambino dalla scuola, se avviene dopo il 31 ottobre, comporta il pagamento di 2 volte la quota fissa, a titolo di risarcimento (spese di gestione comunque in essere a fronte di un ricavo ridotto; ingresso mancato per altri bambini).

Il mese di giugno è, per obbligo ministeriale, considerato mese di scuola. Chi non intende avvalersi del servizio nel mese di giugno, è tenuto comunque al pagamento della retta.

Nel mese di luglio, per chi lo richiede e fino ad un massimo di 20 partecipanti, la scuola offre il servizio del CRES - attività estiva.

 

 

 

 

 

nido Accoglie fino a 29 bambini dai 9 ai 24 mesi

 

La domanda d'iscrizione va inoltrata per tutti (anche per i bambini già frequentanti) entro il 31 maggio, salvo diverse indicazioni ministeriali. Per i genitori comporta: la presa di coscienza della proposta educativa e l'impegno a rispettarla e a collaborare alla sua attuazione; la presentazione di un'autocertificazione (vedi modulo preposto); un versamento di 200,00 € per le spese assicurative e di gestione.

I costi dell'iscrizione e della retta sono fissati annualmente dal Comitato di Gestione. Il servizio è aperto generalmente dall'ultima settimana di agosto e termina il 31 luglio dell'anno successivo, per 11 mesi di frequenza totale.

La retta mensile è così composta:

  • € 430 come quota fissa mensile per orario completo (dalle ore 7,30 alle ore 16,30)
  • € 370 come quota fissa mensile per frequenza part-time (dalle ore 7,30 alle ore 13,00)
  • € 5,70 € per ogni pasto consumato

E' possibile una riduzione della retta con richiesta motivata e firmata e Dichiarazione Isee.

Per la frequenza di fratelli è prevista una riduzione della retta del 20%.

L'orario di apertura della scuola, previsto per legge, va dalle ore 7,30 alle ore 16,30.

La scuola però offre il servizio di prolungamento orario fino alle ore 17,30, per un massimo di 15 utenti tra Nido – Primavera e Infanzia, al costo mensile di € 30.

Questo servizio viene attivato su richiesta della famiglia per tutto l'anno scolastico. Il pagamento avviene mensilmente.

La retta deve essere versata entro i primi 10 giorni del mese successivo. L'omesso pagamento della retta per un mese, comporta l'annullamento dell'iscrizione.

Se un bambino, pur essendo iscritto e avendone i requisiti, non frequenta per motivi familiari, la famiglia è tenuta a pagare comunque la retta per intero.

Chi comincia a frequentare in tempi diversi da settembre per non aver ancora raggiunto l'età minima richiesta, pagherà regolarmente la retta dall'inizio della frequenza.

In caso di malattia prolungata (almeno un mese) e certificata dal medico, la retta verrà ridotta del 50%.

Il ritiro del bambino dalla scuola, se avviene dopo il 31 ottobre, comporta il pagamento di 2 volte la quota fissa, a titolo di risarcimento (spese di gestione comunque in essere a fronte di un ricavo ridotto; ingresso mancato per altri bambini).

Il mese di luglio è considerato mese di frequenza. Chi non intende avvalersi del servizio nel mese di luglio, è tenuto comunque al pagamento della retta.